I nostri termini e condizioni

Termini e condizioni-versione neutrale

 

Toc:

Articolo 1 – definizioni

Articolo 2 – identità del commerciante

Articolo 3 – applicabilità

Articolo 4 – l’offerta

Articolo 5 – l’accordo

Articolo 6 – diritto di recesso

Articolo 7 – obblighi del consumatore durante il periodo di riflessione

Articolo 8 – esercizio del diritto di recesso da parte del consumatore e relativi costi

Articolo 9 – obblighi del commerciante in caso di revoca

Articolo 10 – esclusione del diritto di recesso

Articolo 11 – il prezzo

Articolo 12 – adempimento e garanzia complementare

Articolo 13 – consegna ed esecuzione

Articolo 14 – durata delle operazioni: durata, cessazione e rinnovo

Articolo 15 – pagamento

Articolo 16 – procedimento di reclamo

Articolo 17 – controversie

Articolo 18 – disposizioni complementari o diverse

 

Articolo 1 – definizioni

Nei presenti termini e condizioni:

  1. Accordo addizionale: un accordo in base al quale il consumatore acquisisce prodotti, contenuti digitali e/o servizi in relazione a un contratto a distanza e tali questioni, il contenuto digitale e/o i servizi sono forniti dall’imprenditore o da un Terzi sulla base di un appuntamento tra la terza persona e il commerciante;
  2. Periodo di riflessione: il termine entro il quale il consumatore può avvalersi del suo diritto di recesso;
  3. Consumatore: la persona fisica che non agisce per scopi legati alla sua attività commerciale, commerciale, artigianale o professionale;
  4. Giorno: calendario;
  5. Contenuto digitale: dati prodotti e consegnati in forma digitale;
  6. Durata accordo: un accordo che si estende alla consegna regolare di beni, servizi e/o contenuti digitali per un certo periodo;
  7. Supporto dati durevole: Qualsiasi strumento-tra cui e-mail-che consente al consumatore o imprenditore di memorizzare le informazioni indirizzate a lui in un modo che consente la consultazione o l’uso futuro in un periodo che è allineato con lo scopo Per i quali le informazioni sono intese e che consentono una riproduzione inalterata delle informazioni memorizzate;
  8. diritto di recesso: la possibilità per il consumatore di astenersi dal contratto a distanza entro il periodo di riflessione;
  9. imprenditore: la persona fisica o giuridica che offre prodotti, (accesso a) contenuti digitali e/o servizi remoti ai consumatori;
  10. Contratto a distanza: Accordo concluso tra il commerciante e il consumatore nell’ambito di un sistema organizzato per la commercializzazione a distanza di prodotti, contenuti e/o servizi digitali, con la conclusione dell’accordo unicamente o in parte Uso di una o più tecniche per la comunicazione a distanza;
  11. modello di revoca: il modulo europeo di ritiro standard di cui all’allegato I delle presenti condizioni.
  12. Tecnologia per la comunicazione a distanza: significa che può essere utilizzato per concludere un accordo, senza che il consumatore e l’imprenditore debbano riunirsi nella stessa stanza nello stesso momento.

 

Articolo 2 – identità del commerciante

 

Adattamento del prodotto
BTW NL814140452B01
KvK 30202908

Indirizzo Ubicazione:
Alta dimensione 3
3961 distretto NC bij Duurstede
Numero di telefono: + 31307600670
Indirizzo E-mail: info@ironmaster.nl
WhatsApp: + 31 62 557 5739

Accessibilità:
Dal lunedì al venerdì dalle 9,00 ore alle 17,00 ore

Articolo 3 – applicabilità

  1. Le presenti condizioni generali si applicano a qualsiasi offerta del commerciante e a qualsiasi contratto a distanza stipulato tra il commerciante e il consumatore.
  2. Prima che il contratto a distanza sia concluso, il testo delle presenti condizioni generali è messo a disposizione del consumatore. Se ciò non è ragionevolmente possibile, il commerciante deve, prima della conclusione del contratto a distanza, indicare come le condizioni generali devono essere viste dal commerciante e che, su richiesta del consumatore, sono gratuite il più presto possibile Essere inoltrati.
  3. Se il contratto a distanza è concluso elettronicamente, nonostante il paragrafo precedente e prima che il contratto a distanza sia concluso, il testo delle presenti condizioni generali può essere messo a disposizione del consumatore mediante mezzi elettronici In modo che possa essere facilmente memorizzato dal consumatore su un supporto dati durevole. Se questo non è ragionevolmente possibile, prima che il contratto a distanza sia concluso, sarà indicato quando le condizioni generali possono essere prese per via elettronica e che, su richiesta del consumatore, possono essere notificate con mezzi elettronici o altrimenti essere inviato gratuitamente.
  4. Nel caso in cui, in aggiunta alle presenti condizioni generali di prodotto o di servizio, si applichino le condizioni specifiche di prodotti o di servizi, il secondo e il terzo comma si applicano mutatis mutandis e il consumatore può, in caso di condizioni conflittuali, invocare sempre La disposizione applicabile che gli è più favorevole.

 

Articolo 4 – l’offerta

 

  1. Se un’offerta ha un periodo di validità limitato o è soggetta a condizioni, questa è espressamente indicata nell’offerta.
  2. L’offerta contiene una descrizione completa ed accurata dei prodotti offerti, contenuti e/o servizi digitali. La descrizione è sufficientemente dettagliata per consentire una buona valutazione dell’offerta da parte del consumatore. Se l’imprenditore utilizza immagini, sono una vera e propria rappresentazione dei prodotti, servizi e/o contenuti digitali offerti. Errori evidenti o errore manifesto nell’offerta non legano l’imprenditore.
  3. Ogni offerta contiene tali informazioni, che è chiaro al consumatore che cosa i diritti e gli obblighi sono, che sono allegati all’accettazione dell’offerta.

 

Articolo 5 – l’accordo

  1. L’accordo è concluso, fatte salve le disposizioni del paragrafo 4, al momento dell’accettazione da parte del consumatore dell’offerta e dell’adempimento delle condizioni stabilite.
  2. Se il consumatore ha accettato l’offerta per via elettronica, il commerciante deve confermare immediatamente ricevuta di accettazione dell’offerta per mezzo di mezzi elettronici. Fintanto che la ricevuta di questa accettazione non è stata confermata dal commerciante, il consumatore può rescindere l’accordo.
  3. Se il contratto è concluso elettronicamente, l’imprenditore adotta le opportune misure tecniche e organizzative per garantire il trasferimento elettronico dei dati e garantisce un ambiente Web sicuro. Se il consumatore può pagare elettronicamente, il commerciante prenderà le opportune misure di sicurezza a tal fine.
  4. Il commerciante può, all’interno di quadri giuridici – informare se il consumatore può adempiere ai suoi obblighi di pagamento, nonché tutti quei fatti e fattori che sono importanti per un impegno responsabile del contratto a distanza. Se, sulla base di questa inchiesta, il commerciante ha buoni motivi per non riuscire a stipulare l’accordo, egli ha il diritto di rifiutare un ordine o un’applicazione o di allegare condizioni particolari all’esecuzione.
  5. Il commerciante, al più tardi al momento della consegna del prodotto, del servizio o del contenuto digitale al consumatore, le seguenti informazioni, per iscritto o in modo tale da poter essere immagazzinato dal consumatore in modo accessibile su un Portatore dati:
  6. L’indirizzo di visita della costituzione del commerciante al quale il consumatore può recarsi con reclami;
  7. Le condizioni alle quali e il modo in cui il consumatore può avvalersi del diritto di recesso o di una chiara notifica dell’esclusione del diritto di recesso;
  8. Le informazioni sulle garanzie e sul servizio post-vendita esistente;
  9. Il prezzo comprese tutte le imposte del prodotto, servizio o contenuto digitale; Se del caso, il costo della consegna; E il metodo di pagamento, consegna o esecuzione del contratto a distanza;
  10. I requisiti per la risoluzione del contratto se il contratto ha una durata di più di un anno o è di durata indeterminata;
  11. Se il consumatore ha diritto di recesso, il modello di prelievo.
  12. Nel caso di una transazione costosa, la disposizione del paragrafo precedente si applica soltanto alla prima consegna.

 

Articolo 6 – diritto di recesso

Per i prodotti:

  1. Il consumatore può sciogliere un accordo per quanto riguarda l’acquisto di un prodotto per un periodo di riflessione di almeno 14 giorni senza dare motivi. Il commerciante può chiedere al consumatore per la ragione di revoca, ma non li obbliga a presentare la loro ragione (s).
  2. Il periodo di riflessione di cui al paragrafo 1 è il giorno successivo al consumatore, o un terzo designato dal consumatore, che non è il vettore, ha ricevuto il prodotto, ovvero:
  3. Se il consumatore ha ordinato più prodotti nello stesso ordine: il giorno in cui il consumatore, o un terzo da lui nominato, ha ricevuto l’ultimo prodotto. Il commerciante può, a condizione che abbia informato il consumatore in modo chiaro prima del processo di ordinazione, rifiutare un ordine di diversi prodotti con un tempo di consegna diverso.
  4. Se la consegna di un prodotto è costituita da più spedizioni o parti: il giorno in cui il consumatore, o un terzo da lui designato, ha ricevuto l’ultima partita o l’ultimo oggetto;
  1. Nel caso di contratti per la consegna regolare dei prodotti durante un determinato periodo: il giorno in cui il consumatore, o un terzo da lui designato, ha ricevuto il primo prodotto.

 

Nel caso di servizi e di contenuti digitali non forniti su un supporto materiale:

  1. Il consumatore può sciogliere un contratto di servizio e un accordo per la consegna di contenuti digitali che non sono stati consegnati su un vettore materiale per un minimo di 14 giorni senza dare alcun motivo. Il commerciante può chiedere al consumatore per la ragione di revoca, ma non li obbliga a presentare la loro ragione (s).
  2. Il periodo di riflessione di cui al paragrafo 3 si basa il giorno successivo alla conclusione dell’accordo.

 

Periodo di riflessione esteso per prodotti, servizi e contenuti digitali non forniti su un supporto materiale in caso di non informazione del diritto di recesso:

  1. Se il commerciante non ha fornito al consumatore le informazioni statutarie sul diritto di recesso o il modello di revoca, il periodo di riflessione scade dodici mesi dopo la fine dell’originale, conformemente ai paragrafi precedenti Periodo di riflessione di cui al presente articolo.
  2. Se il commerciante ha fornito al consumatore le informazioni di cui al paragrafo precedente entro dodici mesi dalla data di inizio del periodo di riflessione iniziale, il periodo di riflessione scade 14 giorni dopo il giorno in cui il consumatore ha Ricevuto.

 

Articolo 7 – obblighi del consumatore durante il periodo di riflessione

  1. Durante il periodo di riflessione, il consumatore dovrà maneggiare con cura il prodotto e l’imballo. Esso deve solo estrarre o utilizzare il prodotto nella misura necessaria a determinare la natura, le caratteristiche e il funzionamento del prodotto. Il punto di partenza è che il consumatore può utilizzare solo il prodotto e ispezionarlo come dovrebbe essere in un negozio.
  2. Il consumatore è responsabile solo per il deterioramento del prodotto risultante da un modo di manipolazione del prodotto che va oltre quello ammesso al paragrafo 1.
  3. Il consumatore non è responsabile per alcun deprezzamento del prodotto se il commerciante non gli ha fornito tutte le informazioni legalmente richieste sul diritto di recesso prima o alla conclusione del contratto.

 

Articolo 8 – esercizio del diritto di recesso da parte del consumatore e relativi costi

  1. Se il consumatore si avvale del suo diritto di recesso, lo riferisce entro il periodo di riflessione per mezzo della forma di revoca del modello o in altro modo inequivocabile al commerciante.
  2. Al più presto possibile, ma entro 14 giorni dal giorno successivo alla notifica di cui al paragrafo 1, il consumatore deve restituire il prodotto o consegnarlo al commerciante (un rappresentante autorizzato). Ciò non è necessario se il commerciante si è offerto di ritirare il prodotto stesso. Il consumatore ha in ogni caso preso in considerazione il periodo di ritrasmissione se ritorna il prodotto prima che il periodo di riflessione sia trascorso.
  3. Il consumatore deve restituire il prodotto con tutti gli accessori in dotazione, se ragionevolmente possibile in condizioni e imballaggi originali, e in conformità con le istruzioni ragionevoli e chiare fornite dal commerciante.
  4. Il rischio e l’onere della prova per l’esercizio corretto e tempestivo del diritto di recesso spetta al consumatore.
  5. Il consumatore porta il costo diretto di restituzione del prodotto. Se il commerciante non ha riferito che il consumatore deve sostenere tali costi o se il commerciante indica i costi stessi, il consumatore non deve sostenere i costi di restituzione della merce.
  6. Se il consumatore ricorda, dopo la prima richiesta, espressamente che il funzionamento del servizio o la fornitura di gas, acqua o elettricità non preparati per la vendita siano effettuati in volume o quantità limitate all’inizio del Periodo di riflessione, il consumatore deve al commerciante un importo commisurato a quella parte dell’impresa che è stata soddisfatta dal commerciante al momento del ritiro, rispetto al pieno adempimento dell’impegno.
  7. Il consumatore non sopporterà alcun costo per l’esecuzione dei servizi o la fornitura di acqua, gas o elettricità, che non sono pronti per la vendita in volume o quantità limitate, o alla consegna del teleriscaldamento, se:
  8. Il commerciante non ha fornito al consumatore le informazioni legali sul diritto di recesso, il rimborso dei costi di revoca o il modello di revoca;
  9. Il consumatore non ha espressamente richiesto l’avvio dell’esecuzione del servizio o della fornitura di gas, acqua, elettricità o teleriscaldamento durante il periodo di riflessione.
  10. Il consumatore non sopporterà alcun costo per la fornitura totale o parziale di contenuti digitali non forniti su un supporto materiale, se:
  11. Non ha espressamente accettato di iniziare l’adempimento dell’accordo prima della fine del periodo di riflessione prima della sua consegna;
  12. Egli non ha riconosciuto il suo diritto di recesso di essere perso nel concedere il suo consenso; O
  13. Il commerciante non è riuscito a confermare questa affermazione da parte del consumatore.
  14. Se il consumatore si avvale del suo diritto di recesso, tutti gli accordi addizionali saranno dissolti automaticamente.

 

Articolo 9 – obblighi del commerciante in caso di revoca

  1. Se il commerciante effettua la notifica di recesso da parte del consumatore in via elettronica, invia immediatamente un avviso di ricevimento al ricevimento della presente notifica.
  2. Il commerciante deve risarcire tutti i pagamenti del consumatore, comprese le spese di consegna sostenute dal commerciante per il prodotto reso, senza indugio, ma entro 14 giorni dal giorno in cui il consumatore lo informa del ritiro. A meno che il trader non si offra di raccogliere il prodotto stesso, può attendere con un rimborso fino a quando non ha ricevuto il prodotto o dimostra al consumatore che ha restituito il prodotto, qualunque sia il successivo.
  3. Il commerciante utilizza gli stessi mezzi di pagamento che il consumatore ha utilizzato per il rimborso, a meno che il consumatore non accetti un altro metodo. Il rimborso è gratuito per il consumatore.
  4. Se il consumatore ha optato per un metodo di consegna più costoso rispetto alla consegna standard più economica, l’imprenditore non deve rimborsare i costi aggiuntivi per il metodo più costoso.

 

Articolo 10 – esclusione del diritto di recesso

Il commerciante può escludere i seguenti prodotti e servizi dal diritto di recesso, ma solo se il commerciante ha chiaramente dichiarato questo nell’offerta, almeno in tempo per la conclusione del contratto:

  1. Prodotti o servizi il cui prezzo è soggetto a fluttuazioni del mercato finanziario a cui il professionista non ha alcuna influenza e che può insorgere entro il periodo di sospensione;
  2. Accordi conclusi durante un’asta pubblica. Un’asta pubblica indica un metodo di vendita in cui prodotti, contenuti digitali e/o servizi sono offerti dal commerciante al consumatore che è personalmente presente o è data la possibilità di essere personalmente presente all’asta , sotto la Guida di un banditore, e in cui l’offerente di successo è tenuto a prendere i prodotti, contenuti e/o servizi digitali;
  3. Contratti di servizi, dopo la piena attuazione del servizio, ma solo se:
  4. L’attuazione è iniziata con esplicito previo consenso del consumatore; E
  5. Il consumatore ha dichiarato di aver perso il diritto di recesso una volta che il commerciante ha eseguito integralmente il contratto;
  6. Viaggio in imballaggi di cui all’articolo 7:500 BW e accordi di trasporto passeggeri;
  7. Appalti di servizi per la fornitura di alloggio, se il contratto prevede una data specifica o periodo di esecuzione e diversi per scopi residenziali, trasporto di merci, servizi di noleggio auto e catering;
  8. Accordi relativi alle attività ricreative, se l’accordo prevede una data o un periodo di attuazione specifici;
  9. Prodotti fabbricati secondo le specifiche del consumatore che non sono prefabbricati e fabbricati sulla base di una scelta o decisione individuale del consumatore, o sono chiaramente destinati a una persona specifica;
  10. Prodotti che rapidamente rovinare o hanno una durata limitata;
  11. I prodotti sigillati che, per motivi di protezione sanitaria o di igiene, non sono idonei alla rispedizione e la cui tenuta è stata interrotta dopo la consegna;
  12. Prodotti che, dopo la consegna, vengono miscelati irrevocabilmente con altri prodotti;
  13. Bevande alcoliche il cui prezzo è stato concordato al momento della stipulazione del contratto, ma la cui consegna può avvenire solo dopo 30 giorni, e il cui valore reale dipende dalle fluttuazioni del mercato su cui il professionista non influenza
  14. Audio sigillato, video registrazioni e software di calcolatore, il sealing di cui è stato rotto dopo la consegna;
  15. Giornali, riviste o riviste, ad eccezione degli abbonamenti ad esso;
  16. La fornitura di contenuti digitali diversi da un mezzo materiale, ma solo se:
  17. L’attuazione è iniziata con esplicito previo consenso del consumatore; E
  18. Il consumatore ha dichiarato che sta perdendo il diritto di recesso.

 

Articolo 11 – il prezzo

  1. Durante il periodo di validità indicato nell’offerta, i prezzi dei prodotti e/o servizi offerti non sono aumentati, fatte salve le variazioni di prezzo dovute a variazioni delle aliquote IVA.
  2. In deroga al paragrafo precedente, il commerciante può offrire prodotti o servizi i cui prezzi sono soggetti a fluttuazioni del mercato finanziario e ai quali il professionista non ha alcuna influenza, con prezzi variabili. Questo vincolo alle fluttuazioni e al fatto che i prezzi indicati sono prezzi indicativi sono indicati nell’offerta.
  3. Gli aumenti dei prezzi entro 3 mesi dalla conclusione dell’accordo sono consentiti solo se sono il risultato di norme o disposizioni legali.
  4. Gli aumenti di prezzo a partire da 3 mesi dopo la conclusione del contratto sono consentiti soltanto se il commerciante lo ha stipulato e:
  5. Sono il risultato di norme o disposizioni legali; O
  6. Il consumatore ha il potere di annullare il contratto con effetto a partire dal giorno in cui l’aumento dei prezzi entra.
  7. I prezzi indicati nell’offerta di prodotti o servizi includono l’IVA.

 

Articolo 12 – accordo di adempimento e garanzia complementare

  1. Il commerciante insiste sul fatto che i prodotti e/o servizi sono conformi al contratto, le specifiche indicate nell’offerta, i requisiti ragionevoli di solidità e/o usabilità e l’esistente alla data della conclusione del contratto disposizioni legali e/o regolamenti governativi. Se concordato, il commerciante farà in modo che il prodotto sia adatto ad un uso diverso da quello normale.
  2. Un’ulteriore garanzia fornita dal commerciante, dal suo fornitore, fabbricante o importatore non potrà mai limitare i diritti statutari e le rivendicazioni che il consumatore può rivendicare contro il commerciante sulla base del contratto se il commerciante è Una grave colpa nell’adempimento della sua parte dell’accordo.
  3. Una garanzia complementare si intende qualsiasi impresa del commerciante, del suo fornitore, importatore o produttore in cui concede al consumatore determinati diritti o rivendicazioni che vanno oltre quanto è legalmente richiesto nel caso in cui sia Una grave colpa nell’adempimento della sua parte dell’accordo.

 

Articolo 13 – consegna ed esecuzione

  1. L’imprenditore osserverà la massima cura nel ricevere ed eseguire ordini di prodotti e nella valutazione delle domande di prestazione di servizi.
  2. Il luogo di consegna è l’indirizzo che il consumatore ha reso noto al commerciante.
  3. In conformità con le disposizioni dell’articolo 4 delle presenti condizioni generali, il commerciante effettuerà gli ordini accettati con la dovuta urgenza, ma entro 30 giorni, a meno che non sia stato concordato un altro periodo di consegna. Se la consegna è ritardata, o se un ordine non può essere eseguito o solo parzialmente completato, il consumatore riceverà un avviso entro 30 giorni dall’immissione dell’ordine. In tal caso, il consumatore ha il diritto di sciogliere il contratto senza alcun costo e il diritto all’indennizzo.
  4. Dopo la dissoluzione conformemente al paragrafo precedente, il commerciante rimborserà senza indugio l’importo pagato dal consumatore.
  5. Il rischio di danni e/o perdite di prodotti è affidato all’imprenditore fino al momento della consegna al consumatore o a un rappresentante nominato e annunciato al commerciante, salvo diversamente concordato.

 

Articolo 14 – durata delle operazioni: durata, cessazione e rinnovo

Terminazione:

  1. Il consumatore può in qualsiasi momento terminare un accordo stipulato per un periodo indeterminato e che si estende alla consegna regolare dei prodotti (compresa l’elettricità) o dei servizi, con il dovuto rispetto delle norme di chiusura convenute a tal fine. e un periodo di preavviso di non più di un mese.
  2. Il consumatore può porre fine a un contratto che è stato stipulato per un periodo di tempo determinato e che si estende alla consegna regolare dei prodotti (compresa l’elettricità) o dei servizi, in qualsiasi momento entro il termine della durata prevista, tenendo conto del fatto che Regolamento di terminazione conCordato e un periodo di preavviso non superiore a un mese.
  3. Il consumatore può concludere gli accordi di cui ai paragrafi precedenti:
    • Terminare in qualsiasi momento e non essere limitato alla terminazione in un dato momento o periodo;
    • Almeno denunciarlo nello stesso modo in cui sono entrati in esso;
    • Annulla sempre con lo stesso periodo di preavviso come il trader ha stipulato per se stesso.

Estensione:

  1. Un contratto stipulato per un periodo determinato e che si estende alla consegna regolare dei prodotti (compresa l’elettricità) o dei servizi non deve essere tacitamente rinnovato o rinnovato per una determinata durata.
  2. In deroga al paragrafo precedente, un contratto che è stato stipulato per un periodo fisso e che si estende alla consegna regolare delle notizie giornaliere e dei quotidiani e periodici settimanali può essere tacitamente rinnovato per un periodo massimo di tre mesi, se il Il consumatore può terminare il presente accordo prorogato entro la fine del rinnovo con un periodo di preavviso non superiore a un mese.
  3. Un accordo stipulato per un periodo determinato e che si estende alla consegna regolare di prodotti o servizi può essere tacitamente prorogato solo per un periodo indeterminato se il consumatore ha il diritto di terminare in qualsiasi momento con un periodo di preavviso non superiore Un mese. Il periodo di preavviso non deve superare tre mesi nel caso in cui l’accordo si estende alla regolarità, ma meno di una volta al mese, consegna del giorno, notizie e giornali settimanali e periodici.
  4. Un accordo con durata limitata a consegnare regolarmente all’attenzione del giorno, notizie e giornali settimanali e periodici (prova o abbonamento introduttivo) non è tacitamente continuato e termina automaticamente alla fine del processo o Periodo introduttivo.

Durata:

  1. Se un accordo ha una durata superiore a un anno, il consumatore può, dopo un anno, terminare l’accordo in qualsiasi momento con un preavviso di non più di un mese, a meno che la ragionevolezza e l’equità non siano contro la rescissione prima della fine del Durata conCordata.

 

Articolo 15 – pagamento

  1. Se non diversamente previsto dall’accordo o da termini addizionali, gli importi dovuti dal consumatore devono essere pagati entro 14 giorni dalla data del periodo di riflessione, o in assenza di un periodo di riflessione entro 14 giorni dalla Conclusione dell’accordo. Nel caso di un accordo per la prestazione di un servizio, tale periodo inizia il giorno dopo che il consumatore ha ricevuto la conferma dell’accordo.
  2. Nel caso della vendita di prodotti ai consumatori, il consumatore non deve mai essere obbligato a pagare anticipatamente oltre il 50% in termini e condizioni generali. Se il pagamento anticipato è stipulato, il consumatore non ha il diritto di rivendicare alcun diritto per quanto riguarda l’esecuzione dell’ordine o dei servizi in questione prima che sia stato effettuato il pagamento anticipato stipulato.
  3. Il consumatore ha il dovere di notificare senza indugio al commerciante eventuali imprecisioni nelle informazioni di pagamento fornite o indicate.
  4. Se il consumatore non soddisfa il suo obbligo di pagamento (s) in tempo utile, dopo essere stato informato dal commerciante del pagamento in ritardo e il commerciante ha assegnato al consumatore un periodo di 14 giorni al fine di continuare i suoi obblighi di pagamento Dopo il mancato pagamento entro questo termine di 14 giorni, l’importo ancora dovuto è pagabile dall’interesse statutario e il commerciante ha il diritto di addebitare le spese di riscossione extragiudiziali da lui sostenute. Questa tassa dell’accumulazione ammonta a: 15% sugli importi eccezionali fino a €2.500, =; 10% rispetto ai successivi €2.500, = e 5% rispetto al successivo €5.000, = con un minimo di €40, =. Il commerciante può derogare ai suddetti importi e percentuali a beneficio del consumatore.

 

Articolo 16 – procedimento di reclamo

  1. L’imprenditore ha una procedura di reclamo sufficientemente bene-pubblicizzata e tratta il reclamo in conformità con questa procedura di reclamo.
  2. Le denunce relative all’attuazione dell’accordo devono essere sottoposte all’imprenditore in tempo pieno e ben definito dopo che il consumatore ha riscontrato i difetti.
  3. I reclami presentati al commerciante devono essere risolti entro un periodo di 14 giorni dalla data di ricevimento. Se un reclamo richiede un tempo di elaborazione più lungo prevedibile, il commerciante risponderà entro il periodo di 14 giorni con un avviso della ricevuta e un’indicazione quando il consumatore può prevedere una risposta più dettagliata.
  4. In ogni caso, il consumatore dovrebbe dare al Trader 4 settimane per risolvere la denuncia di comune accordo. Dopo questo periodo, si verifica una disputa che è suscettibile alla risoluzione delle controversie.

Articolo 17 – controversie

  1. Gli accordi tra il commerciante e il consumatore ai quali si riferiscono le presenti condizioni generali sono disciplinati esclusivamente dalla legge olandese.

 

Articolo 18 – disposizioni complementari o diverse

Ulteriori disposizioni o deroghe ai presenti termini e condizioni generali non possono essere pregiudizievoli per il consumatore e devono essere registrate per iscritto o in modo tale da poter essere accessibili dal consumatore in modo accessibile Memorizzati su un supporto dati durevole.

 

Allegato I: modulo di revoca del modello

Modulo di revoca del modello

(Compilare e restituire il modulo solo quando si desidera revocare il contratto)

  • A: [nome imPrenditore]

[Indirizzo geoGrafico dell’imprenditore]

[Numero di fax imprenditore, se disponibile]

[Indirizzo email o indirizzo elettronico dell’imprenditore]

 

  • I/we * parte/share * con la presente che i/we * condividiamo il nostro accordo su

La vendita dei seguenti prodotti: [aanduiding product] *

La consegna dei seguenti contenuti digitali: [aanduiding digitale inhoud] *

Il funzionamento del seguente servizio: [aanduiding dienst] *,

revoche/abrogazioni *

 

  • Ordinato su */received * [datum bestelling bij diensten of ontvangst bij producten]

 

  • [Nome dei consumatori]

 

  • [Indirizzo consumer (s)]

 

  • [Firma i consumatori] (solo quando questo modulo è presentato su carta)

 

 

* Cancellare ciò che non si applica o compilare ciò che è applicabile.

CART

X